PIANIFICARE CORRETTAMENTE IL TRATTAMENTO IMPLANTOLOGICO

L’implantologia può essere la soluzione ideale in caso di denti mancanti.

Prima dell’intervento è bene effettuare alcuni controlli per capire se è possibile proseguire con il trattamento.

Vediamo come pianificare in modo corretto un trattamento sicuro per il paziente:

Verifica delle condizioni generali di salute

Malattie come il diabete, l’osteoporosi e le infezioni sistemiche devono essere tempestivamente diagnosticate e curate. Se i denti vicini o le gengive presentano infezioni, prima di proseguire con l’intervento, è necessario che siano attentamente curati.

Esame della quantità dell’osso disponibile

Con l’aiuto di alcuni strumenti diagnostici (radiografia locale e radiografia panoramica) si determina la quantità di osso a disposizione e la vicinanza con strutture anatomiche che non devono essere danneggiate.

Tipo di chiusura della bocca

Il modo in cui si chiude la bocca, può determinare tanti problemi: dolori al collo, alla schiena, alla testa e il bruxismo (digrignamento notturno o il serramento). La collocazione di altri denti cambia la situazione attuale con effetti migliorativi o peggiorativi che il dentista deve valutare attentamente per evitare complicazioni.

Dopo aver effettuato tutti i controlli necessari, si può procedere all’inserimento dell’impianto dentale utilizzando la tecnica più idonea al tipo e alla quantità di osso presente, e alle condizioni di salute generali del paziente.