La perdita, parziale o totale, della dentatura originaria può avere molteplici cause. Oltre a fattori patologici legati al sistema immunitario e a disfunzioni metaboliche, la caduta dei denti può essere causata da tanti altri fattori.

Le cattive abitudini (quali il fumo), un errato regime alimentare (per esempio, carente di vitamina C), o forti traumi che comportano il danneggiamento dell’ossatura di base, possono essere alcune delle cause della perdita dei denti.
Infezioni gengivali non curate provocano la perdita di elasticità dei tessuti di sostegno, portando anche all’insorgenza della piorrea, tra le principali cause della perdita dei denti. Allo stesso modo, delle carie trascurate, a lungo andare, posso danneggiare la polpa del dente, indebolendolo al punto di farlo cadere. Poi, non possiamo trascurare le patologie come l’osteopenia o l’osteoporosi conclamata che, rendendo più fragili i tessuti ossei, possono portare a una spugnosità dell’osso alveolare con conseguente perdita dei denti che insistono sullo stesso.

L’implantologia dentale può aiutare a riavere la funzionalità dei denti persi?

Se una buona prevenzione non dovesse servire a evitare la perdita della dentatura originaria, si può comunque ricorrere a una delle tecniche messe a disposizione dalla moderna ortodonzia per il ripristino delle funzionalità masticatorie. Tra queste, la migliore metodologia in termini di riuscita, durata nel tempo e basso rischio di insuccesso, è rappresentata dall’implantologia dentale, una tecnica chirurgica mini-invasiva che consente di ricostruire le arcate dentali nella loro forma originaria, con possibilità di effettuare degli innesti di osso che sono sicuri e totalmente privi del rischio di rigetto o infezione.

Attraverso l’apposizione di impianti in titanio osteointegrati, sui quali poi verranno fissate delle protesi in ceramica o resina, il chirurgo può far riacquistare il sorriso e le normali funzioni masticatorie a molti pazienti, anche in presenza di patologie o in concomitanza con l’assunzione di farmaci.

Previa analisi del problema, attuata con screening e esami diagnostici, e dopo aver completato il quadro anamnesico del paziente, l’implantologo mette a punto la combinazione di innesti a misura del singolo individuo e può essere in grado di completare l’intervento (che avviene in anestesia locale) anche in poche sedute.

Lo Studio Odontoiatrico Degidi di Bologna offre un servizio di implantologia d’eccellenza e trattamenti all’avanguardia.

Studio Degidi


Centro odontoiatrico d'eccellenza che svolge attività clinica, ricerca e didattica.
Via Spina 12 Bologna,
Telefono: 051 541614


Visualizzazione ingrandita della mappa
Categories: Domande e risposte

Comments are closed.