Inserire un impianto dentale subito dopo l’estrazione dei denti

L’implantologia post estrattiva, quella cioè che prevede l’inserimento del perno endosseo immediatamente dopo l’estrazione di uno o più denti è, al momento, fra le tecniche più utilizzate nel campo degli impianti dentali.

Proprio l’immediatezza dell’operazione distingue l’implantologia post estrattiva dalle altre tecniche implantologiche che prevedono di sostituire i denti mancanti inserendo l’impianto nell’osso mascellare o mandibolare e, successivamente, avvitando su questo la protesi fissa.

L’implantologia tradizionale prima di procedere con l’impianto doveva lasciar trascorrere almeno 6 mesi dal momento dell’estrazione. Tuttavia, ricerche recenti, hanno evidenziato come, grazie all’implantologia post estrattiva, sia possibile ridurre in modo significativo l’inevitabile perdita d’osso che si verifica nei primi 3 mesi successivi all’estrazione e che è imputabile a un riassorbimento delle ossa mascellari.

Come per tutti i tipi di implantologia anche quella post estrattiva prevede, prima dell’intervento, un’attenta valutazione degli esami radiografici e del paziente da parte dell’odontoiatra, in modo da escludere possibili controindicazioni.

In particolar modo, per poter sottoporre il paziente a un impianto subito dopo l’estrazione di un dente e senza procedere allo scollamento delle gengive, occorre verificare che le pareti dell’alveolo lasciato dal dente estratto abbiano la necessaria integrità ossea. Ai pazienti che rispondono ai requisiti richiesti, che sono comunque parecchi, il dentista, immediatamente dopo aver estratto il dente, sistemerà il perno in titanio all’interno dell’alveo dentale e, grazie all’immediatezza di questa operazione, potrà contare anche su un osteo-integrazione più rapida ed efficace, limitando i fenomeni di rigetto.

Oltre a questo vantaggio si può anche contare su un trauma osseo e gengivale più contenuto, dal momento che non è necessario lavorare sull’osso ma ci si limita a sfruttare lo spazio lasciato libero dal dente estratto. Inoltre, l’impianto post estrattivo garantisce anche una sensibile riduzione della durata dell’intervento rispetto ai tempi richiesti dalla metodica di implantologia tradizionale. Naturalmente la decisione di scelta tra un tipo o l’altro di implantologia spetta sempre al medico odontoiatra e, in ogni caso, l‘implantologia post estrazione viene ormai considerata sicura.

Scopri quali sono le prestazioni odontoiatriche offerte dallo  Studio Degidi di Bologna.