Costo impianto dentale

Denti mancanti dalla nascita: quando la soluzione è l’impianto dentale

Un impianto dentale può sostituire i denti mancanti fin dalla nascita?

Quando i bambini nascono senza denti, in realtà hanno già sviluppato il germe dei dentini da latte, che iniziano a formarsi già dal terzo mese di gravidanza. Può però capitare che vi siano delle anomalie e che alcuni denti non spuntino, neanche in età adulta.

In questo caso, si parla di “agenesia dentale”, un’anomalia caratterizzata dall’assenza di uno o più denti. Non ha nulla a che vedere con una scarsa igiene o cura dentale: l’agenesia dentale è un problema che spesso ha cause ereditarie, tuttavia esistono altre possibili cause.

Le cause dei denti mancanti

La più comune è un’ostruzione fisica o un’interruzione della lamina dentale che impedisce al dente di formarsi correttamente. La mancanza di spazio può essere un altro possibile motivo di agenesia dentale.  Allo stesso tempo, questa anomalia può essere legata a un impedimento nel processo di formazione del dente.

Ad oggi non esistono ancora metodi per far crescere dei denti mancanti dalla nascita, gli studi sono ancora in fase di sperimentazione ma la ricerca ha fatto dei passi avanti: con tecniche legate alla coltura delle cellule staminali e allo sviluppo di tessuti, si può sperare in futuro in una crescita dei denti naturali mai spuntati.

Denti mancanti, come risolvere il problema?

Intanto, per risolvere il problema è però possibile far a diverse tecniche, tra cui il risultato migliore è assicurato dall’ implantologia dentale.

L’implantologia è il trattamento più frequente in caso di agenesia dentale. È una tecnica odontoiatrica a cui si fa ricorso quando i denti sono danneggiati o caduti. L’impianto permette l’inserimento di un dente artificiale attraverso una piccola vite in titanio inserita nell’osso della mandibola.

Lo stato in cui si trova la gengiva è un fattore determinante per capire se questa soluzione può offrire risultati efficaci e duraturi nel tempo.

Per questo motivo è sempre consigliabile affidarsi a professionisti in grado di valutare con attenzione la nostra situazione,  fare una diagnosi completa e proporre la soluzione più adatta alle nostre esigenze. Il nostro team studia ogni singolo caso, prima della cura e per molti anni dopo l’intervento: per offrire la soluzione più efficace, meno invasiva e, soprattutto, definitiva ai vostri problemi.

Nello specifico, per eseguire questo tipo di intervento è necessario prima eseguire degli esami diagnostici per evidenziare la presenza o meno della radice dentale e valutare lo stato di salute dell’osso mascellare o mandibolare.

In alcuni casi, prima di eseguire l’intervento e di innestare l’impianto dentale può essere necessario applicare un apparecchio ortodontico per creare il giusto spazio tra i denti e correggere altri eventuali difetti.

A tutela del benessere fisico e mentale del paziente, solitamente questi apparecchi prevedono una protesi mobile in modo da nascondere lo spazio creato dal dente mancante.

Dopo questo lavoro preventivo si può procedere con l’applicazione dell’impianto seguendo la normale procedura odonotiatriatrica: applicando il perno in titanio e la protesi in zirconio.

In questi casi, usando un dente fisso il cui perno sostituisce l’apparato radicolare, si ottiene una funzionalità molto simile a quella dei denti naturali. Lo zirconio delle protesi garantisce inoltre anche un aspetto del tutto simile ai denti naturali, con  protesi dello stesso colore dei propri denti.

Questo intervento viene eseguito sotto sedazione, il paziente non avverte dolore e la fase post implantare non reca particolare fastidio.

Il nostro studio odontoiatrico di Bologna esegue diverse tipologie d’intervento di implantologia dentale: siamo in grado di offrirvi la soluzione più efficace, meno invasiva e, soprattutto, definitiva per voi, grazie ad attrezzature e tecnologie all’avanguardia e brevettate, che ci consentono di ottimizzare tempi e costi.