Impianto carico immediato

La tecnica del carico immediato si utilizza anche per l’overdenture su impianti?

L’implantologia dentale a carico immediato, è una particolare tecnica impiantistica eseguita anche in una singola seduta, che permette di applicare degli impianti dentali in titanio in soggetti totalmente privi di denti, su cui possono essere fissati le corone provvisorie o la dentiera definitiva.

Le overdenture su impianti, invece, sono protesi removibili agganciate alla superficie gengivale di pazienti che hanno completamente perso ogni dente. Questa tecnica consente di evitare gli imbarazzanti e spiacevoli inconvenienti legati alle paste adesive che spesso non sono sufficienti a mantenere in situ e perfettamente adese le dentiere. Con l’overdenture, si scavalca tale ostacolo inserendo un sistema di attacchi speciali (maschi e femmine), a forma di sfera o di barra, tra le superfici gengivali e le superfici degli impianti, garantendo un aggancio fermo e solido sia durante la masticazione che durante la fonesi, ma lasciando la possibilità di rimuoverle per la regolare pulizia quotidiana.

La tecnica dell’impianto a carico immediato può quindi rappresentare un’ottima soluzione anche nell’overdenture, semplicemente applicando dai 6 agli 8 impianti su cui verrà poi agganciata la protesi removibile del paziente stesso, oppure un’altra fatta ad hoc nella stessa seduta.

Perché l’unione delle due tecniche risulta estremamente vantaggiosa per il paziente?

Perché da un lato c’è un enorme risparmio di tempo e di costi rispetto ad una tradizionale protesi fissa su impianti, in secondo luogo, poi, il paziente può sfruttare la sua stessa dentiera se questa si presenta strutturalmente e funzionalmente ancora valida, ottenendo un ulteriore risparmio economico. Per giunta, gli impianti inseriti per effettuare la tecnica del carico immediato sull’overdenture, se posizionati strategicamente, potrebbero essere sfruttati successivamente per apporre una protesi fissa, inserendo solo altri 2-4 impianti.

vantaggi ottenuti dalle due tecniche combinate sono numerosi:

  • tempi di guarigione nettamente ridotti
  • riutilizzo di protesi già in uso
  • mininvasività della procedura
  • possibilità di una masticazione e di una fonesi corretta sin da subito e la riduzione delle irritazioni gengivali, conseguenti alla continua mobilità delle protesi provvisorie.

Lo Studio Degidi di Bologna, è un centro odontoiatrico d’eccellenza, che offre le soluzioni migliori ai problemi che i pazienti presentano.