Per effettuare un impianto dentale convenzionale, in caso di denti mancanti nell’arcata superiore,  è necessaria la presenza di una quota minima di osso mascellare in cui effettuare l’innesto. Nei casi di atrofia di questo osso l’alternativa migliore è rappresentata dall’impianto zigomatico. In pochi giorni infatti, questi impianti permettono l’inserimento di una protesi che va a   Leggi Tutto…

Può capitare di perdere dei denti o addirittura l’intera arcata dentale, fino a qualche tempo fa in caso di perdita di denti si procedeva nella maggior parte dei casi con l’applicazione di protesi mobili, parziali o totali, oggi questa tecnica resta un caso sempre meno frequente in quanto superata dalla nuova implantologia dentale.

L’implantologia dentale è la branchia dell’ortodonzia che si occupa di sanare la mancanza totale o parziale della dentatura. Nel corso degli anni le tecniche di implantologia hanno subito delle evoluzioni molto interessanti, le quali sono mirate ad accorciare i tempi di attesa e a rendere l’operazione chirurgica più confortevole per i pazienti.

La biocompatibilità è un requisito fondamentale per i materiali odontoiatrici: un impianto dentale realizzato in una lega metallica non biocompatibile, infatti, può avere ripercussioni dannose per la salute, soprattutto quando il soggetto è particolarmente delicato e possiede una predisposizione alle reazioni indesiderate provocate dalle interazioni fra l’organismo umano e le sostanze dall’alto potenziale elettrochimico.

La maternità è un momento fondamentale nella vita di ogni donna, e deve essere vissuto nel massimo della serenità e della tranquillità. Tuttavia, alcuni problemi di salute possono porre una futura mamma difronte a dei dilemmi, poiché non sempre è possibile sottoporsi ad interventi, cure ed anestesie.

Il diabete è una malattia che causa un’alterazione del livello di glucosio nel sangue ed è collegata alla quantità di insulina. L’insulina è un ormone sintetizzato a livello del pancreas. Esistono due tipi di diabete: nel tipo 1 il pancreas non produce insulina e quindi dovrà essere iniettata ogni giorno per tutta la vita, in   Leggi Tutto…

L’implantologia moderna è il metodo più praticato dagli odontoiatri, nel ripristino di uno o più denti mancanti. Le nuove tecniche e i materiali biocompatibili, come il titanio, consentono di ottenere risultati molto simili a quelli dei denti naturali, garantendo lunga durata. Ma come si possono riavere subito i propri denti? Le metodologie implantologiche sono varie:   Leggi Tutto…

La riabilitazione implantare è una tecnica innovativa di implantologia che permette di riabilitare un’intera arcata dentale senza eccessivi traumi per il paziente ed assicurando un comfort simile a quello dei denti naturali e sicuramente molto superiore rispetto alle protesi mobili o dentiere.

I bambini seppur nascono senza denti hanno già il germe dei 20 dentini da latte, la formazione, infatti, inizia già dal terzo mese di gravidanza. Può però capitare che vi siano delle anomalie e che alcuni denti non spuntino, neanche in età adulta.

L’implantologia dentale è una delle tecniche più utilizzate in odontoiatria per la sostituzione dei denti mancanti. Uno dei vantaggi è la possibilità in un’unica seduta di inserire anche più perni sostitutivi di apparato radicolare e quindi di velocizzare la riabilitazione protesica del paziente.